Skip to content

    Test
    shock termico

    I test di shock termico valutano l'affidabilità dei prodotti alternando ripetutamente e rapidamente alte e basse temperature. Il tuo prodotto o il tuo componente è in grado di sopportare gli sbalzi di temperatura? Quanti cicli termici può sostenere? Queste sono domande critiche relative a prodotti che saranno soggetti a condizioni ambientali difficili.

    Individuare possibili difetti di progettazione e produzione all'interno di un prodotto, potenzialmente causati dall'espansione e dalla contrazione di parti e componenti a causa delle variazioni di temperatura, è lo scopo dei test di shock termico. Una volta concluse le verifiche e appurati gli eventuali difetti, nella fase di sviluppo del prodotto, sarà necessario migliorare la durata e la robustezza in modo da poter fornire un prodotto affidabile e facilitando il mantenimento della conformità nel tempo.

    In Nemko, abbiamo una vasta esperienza e tecnologia avanzata per eseguire i test di shock termico.

    I test di shock termico espongono i tuoi prodotti a due temperature dell'aria estreme con una rapida transizione tra di loro. Tale esposizione metterà alla prova i tassi di espansione di parti e componenti e la forza di adesione di vari materiali. L'esposizione ripetuta può portare ad affaticamento del materiale, indebolimento dei legami, crepe, rotture, desquamazione del rivestimento.

    Il test di shock termico viene comunemente utilizzato per valutare e controllare quanto segue:
    • Valutare l'affidabilità del montaggio su PCB dopo una modifica della saldatura senza piombo o di un altro materiale di connessione
    • Valutare l'affidabilità dopo una modifica del formato di montaggio come BGA o CSP
    • Valutare la resistenza di connessione in base alla variazione di temperatura del connettore
    • Verificare la presenza di crepe mediante deformazione termica delle parti in plastica stampate
    • Verificare la presenza di crepe, screpolature o perdite di tenuta nei materiali incollati
    • Valutare combinazioni di diversi tipi di materiale come plastica con dadi inseriti
    • Processi di controllo prima della spedizione del prodotto

    Durante il test di shock termico è possibile modificare le temperature a velocità superiori a 100 °C in pochi secondi. Le temperature estreme della camera di prova possono variare da -80 °C a +200 °C. È essenziale impostare i test utilizzando le condizioni appropriate, inclusa la scelta delle temperature massime e minime corrette, per evitare risultati non validi.

    Nemko utilizza sia la camera singola che quella multipla per eseguire i test di shock termico, a seconda delle dimensioni del prodotto. I prodotti di piccole e medie dimensioni vengono testati in più camere, con celle calde e fredde separate e un ascensore in mezzo, il che si traduce in una più rapida variazione di temperatura.

    Contattaci per i test di shock termico

    Contattaci